Archivia Gennaio 2015

Consigli per rivedere il vostro sito aziendale

Terreste nella vostra azienda un macchinario vecchio e polveroso, che non funziona?
Una vetrina da esposizione sporca e disordinata?
No?
Allora perché invece non vi ponete lo stesso problema quando si tratta del vostro sito Web? Oggi come oggi, è lo strumento più importante di cui disponete per trovare clienti, con ogni probabilità. Non trovate che quindi debba essere in piena funzionalità, moderno, e meriti una bella svecchiata? Oggi vi aiutano degli strumenti informatici nuovi, che forse nemmeno conoscevate quando avete costruito il vostro sito una decina d’anni fa: stiamo parlando dei CMS, o Sistemi di Gestione dei Contenuti, programmi che permettono di modificare un sito, aggiungervi menù, alterarne la struttura o le pagine in maniera semplicissima e rapida e senza bisogno di essere dei tecnici!

Siate astuti, però: anche nell’usare questo strumento da amatori, sfruttate i consigli dei professionisti. Eccone tre preziosissimi:

– L’Homepage: su questa pagina vi giocate tutto, credibilità, interesse, contatti. Costruitela con attenzione, scegliete il testo giusto per chiarire rapidamente ai visitatori cosa potete fare per loro, e create una struttura – troverete molti template! – che usi immagini grandi e d’impatto per catturare subito l’attenzione. Inoltre, se ci sono link importanti a sezioni operative del sito, non limitatevi ad includerli nel testo, ma create anche degli appositi bottoni, che siano evidenti e facili da identificare. La parola chiave qui è essere SEMPLICI: conquisterete il pubblico.

– I testi: che su internet non si legga, e che i testi approfonditi non vadano bene, è una leggenda metropolitana, e anche una delle più pericolose, vista l’importanza data dai motori di ricerca ai contenuti dei siti per attribuire i punteggi nelle classifiche di ricerca. Quel che però è vero è che il pubblico non legge i testi che GLI APPAIONO lunghi. Spezzettate, riquadrate, identificate unità di testo e di concetto che non superino un paio di paragrafi: il lettore le percepirà come tante realtà separate, e non avrà mai la percezione di un lungo testo noioso. E voi avrete combinato ottimizzazione dei contenuti per la SEO, chiarezza, e leggibilità!

– L’aggiornamento: oggi è ben difficile che si sbagli, a includere sul proprio sito un blog aziendale. Oltre ad essere il modo più semplice per aggiornare periodicamente il sito e mantenere un punto di contatto con i visitatori, il blog permette di costruire una serie di rimandi e link che rimandano alle pagine statiche del vostro sito, e gode della maggior prominenza che i motori di ricerca riservano alle pagine in continuo aggiornamento.