L’evoluzione del materasso nella storia

Il materasso in tutte le case è una conquista molto recente, relativamente parlando: moltissimi dei nostri antenati meno ricchi, per lunga parte della nostra storia, hanno dormito per terra, all’aperto o in casa. Ma fortunatamente, per motivi sia di comodità che d’igiene, è diventata mano a mano pratica comune sollevare la superficie deputata al sonno dal pavimento, e equipaggiarla di qualcosa di comodo su cui riposare. Seguiamo un po’ di storia del nostro materasso: ci riserverà qualche sorpresa!

Pelli: dal 10,000 al 3,600 A.C. , fu pratica comune dormire su semplici cumuli di pelli di animale: è interessante notare come questa pratica duri più di tutta la successiva storia fino ai giorni nostri.

Rami di palma: intorno al 3,400 A.C. – Pur non essendo particolarmente morbidi, i palmizi sicuramente avevano dalla loro il vantaggio di un odore nettamente più gradevole delle pelli d’animale, oltre al fatto di essere più freschi.

Sacchi ripieni di lana: attorno al 200 A.C., si assiste alla nascita dei primi “materassi” intesi come sacchi riempiti di materiale morbido.

Sacchi ripieni di paglia o baccelli secchi di piselli: nel quindicesimo secolo l’imbottitura dei materassi era spesso vegetale, il che peraltro ci fornisce un’interessante indizio sull’origine della favola della Principessa sul Pisello.

Imbottiture di piume: i materassi del 1500 e1600 iniziano ad essere colmati con questo materiale particolarmente comodo e lussuoso, rimasto proverbiale perfino oggi, cinque secoli dopo.

Imbottiture di cotone: nel 1700, il materasso si fa finalmente più igienico e solido, oltre che comodo, con l’uso di questo tessuto di origine vegetale.

Molle rigide, 1800: un paio di secoli fa, finalmente compaiono le prime molle nei materassi, e si abbandona l’idea di un sacco semplicemente riempito di qualcosa di morbido.

Molle a spirale, 1930: è degli anni ’30 l’invenzione del tipo di materasso che tutti conosciamo, con una serie di molle a spirale affiancate, e la solidità e il sostegno a cui ci siamo abituati.

Nei decenni successivi, nascono i materassi ad aria, nel ’40, e ad acqua, nel ’60. Ma è del 1992 la vera rivoluzione nel settore, con l’invenzione dei materassi in schiuma che ha completamente cambiato i giochi nel campo del riposo.